CONSIGLIO DI STATO – SEZIONE V – DECISIONE 28 MAGGIO 2010, N° 3400

17/06/2010

 

Tariffe professionali – Tariffe ingegneri – Minimi tariffari – Derogabili – Disciplina Provincia di Bolzano – Criteri determinazione onorari per progettazione lavori interesse provinciale – Fissazione criteri difformi da quelli della tariffa – Previsione legittima – Ragioni.

 

 

Sulla base della propria competenza esclusiva in materia di tutela della concorrenza, lo Stato con l’articolo 2, DL 223/2006 ha dato applicazione ai principi liberalizzatori di fonte comunitaria di libera concorrenza e ha abrogato la previsione di inderogabilità dei “minimi tariffari”. Di conseguenza, deve ritenersi legittima la previsione da parte della provincia autonoma di Bolzano, con riferimento ai lavori pubblici di interesse provinciale, di un criterio per l’applicazione delle tariffer professionali degli ingegneri (a vacazione anzicchè a percentuale) diverso da quelli prefigurati dall’articolo 2 della legge 143/1949, ove le parti vi concordino e ove sia possibile, in concreto, applicarlo ragionevolmente in presenza della misurabilità temporale della prestazione.

Con tale motivazione è stato ritenuto illegittimo l’articolo 1, comma 1 del decreto del Presidente della Provincia di Bolzano del 9 luglio 2007, n° 40.

 

Ordini provinciali della Sicilia

Torna su